Dal carcere del precariato scolastico..........

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Dal carcere del precariato scolastico..........

Messaggio Da maria pia labita il Ven Dic 03, 2010 7:56 pm



][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


2 Dicembre 2010:”Dal carcere del precariato scolastico”……………



Ore 16,30….arrivo di corsa in via Bernabei dove ha sede la CGIL Sicilia a Palermo!

Giunta nel salone dove sta per iniziare la riunione di presentazione del ricorso per le immissioni in ruolo, incontro gli occhi delle mie colleghe :”Le maestre”, quelle che a Palermo hanno iniziato un lungo percorso di lotta dal4 settembre 2008, data della prima assemblea auto organizzata.

Gente che la gavetta l’ha fatta….eccome!!!

Gavetta di “STATO”.



Mi avvicino e le saluto e mentre mi siedo accanto a loro mi sento dire:”Ci vogliono eliminare fisicamente”…………



Le guardo per un momento e poi comprendo.

Siamo nelle liste prioritarie, ci chiamano di giorno in giorno pretendendo un orario di lavoro di SEI ore giornaliere.

Se la matematica non è un’opinione …..6 x 5 = 30 ore settimanali a fronte di un contratto di lavoro che, anche se viene firmato per 1 solo giorno dice 24 ore settimanali.

Consideriamo che ogni giorno si vive lo stress di non sapere in quale parte della città ti dovrai catapultare.

Spesso si tratta di quartieri difficili.

E’ così che ci si sente soli, abbandonati, sfruttati, carne da macello.

A niente serve riflettere sul fatto che la posizione in graduatoria sia considerata una buona posizione.

Lo era……

Ti consentiva di dire che il tuo lavoro era sì precario ma “stabile”.

La collega seduta vicino a me aggiunge:”Non ce la faremo, non sopravviveremo”.

Cerco di convincerla che si sbaglia, che è solo un momento di stanchezza.



Giorno 3 dicembre mi arriva una telefonata di un’altra collega, un’altra maestra.

Mi racconta che ha fatto supplenza su scuola materna e che essendoci assemblea sindacale, i bambini erano usciti alle 12,00.

Il preside la costringe allora a vigilare su una classe di scuola media.

Lei….non è abilitata, non è laureata.



Si sente male mentre è in classe, in una classe dove non doveva trovarsi e viene chiamato il 118.



E’ vero:” Ci vogliono eliminare fisicamente”………..per questo non dobbiamo mollare!







avatar
maria pia labita

Femminile Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 14.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dal carcere del precariato scolastico..........

Messaggio Da maria pia labita il Ven Dic 03, 2010 8:14 pm

Bisogna che troviamo il coraggio di denunciare le storture del perverso sistema delle liste prioritarie.
Questo si chama SFRUTTAMENTO.
Inoltre le segreterie sono nel caos.
A me, per esempio, è successo di scoprire solo casualmente di essere stata caricata in servizio erroneamente da una scuola.
Ovviamente quel giorno non sono stata chiamata da altre istituzioni...
I distretti comprendono tantissime scuole e quindi è praticamente impossibile stabilire l'entità del danno avuto.
Ci sarebbero poi tante e tante altre cose da dire......
La realtà è che il sistema delle liste prioritarie non funziona.
avatar
maria pia labita

Femminile Messaggi : 163
Data d'iscrizione : 14.07.10

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum